Il numero delle persone senza lavoro cresce vertiginosamente. Computer sempre più sofisticati e altre "diavolerie" stanno rimpiazzando gli esseri umani in ogni settore produttivo. In questo libro Rifkin suggerisce un modo per uscire dall'impasse della delusione per mestieri che non torneranno più: cominciare a pensare a un mondo completamente nuovo, a un'era del "post-market" ridefinendo i ruoli del singolo e delle istituzioni alla ricerca di nuove occupazioni e, soprattutto, di un nuovo modo di pensare l'economia.

La fine del lavoro

€ 5,00Prezzo